Evento

Canova Club Roma

mercoledì 18 aprile 2018

 

Ospite d'Onore:

MATTEO DEL FANTE

Amministratore Delegato di Poste Italiane



 
 
 

Effemeride N° VI Anno XXXX

Prossimo Cenacolo:

mercoledì 18 aprile 2018

Ospite d’Onore:

Matteo Del Fante

Amministratore Delegato di  Poste Italiane

 

«Destino è 1% il caso e gli altri; 99% scelte e decisioni, le tue.» ( SSS Stefano Scrittore Siculo )

 

Grand Hotel Parco dei Principi, Via G. Frescobaldi, 5, Roma

Check in-Aperitivo dalle 18:30 – Inizio serata ore 19:30 con cena a seguire

(Serata in quota per i Soci; € 65 per gli amici;“no cena” solo per i Soci)

Adesioni via mail a eventi@canova.clubentro e non oltre venerdì 13 aprile . Grazie.

 

 

Cari Amici,

 

per un pre-destin-ato, come il nostro prossimo ospite, ho attinto dall’autore che conosco meglio e dal suo “manuale di cornici vissute”. E’ la seconda volta in poche settimane che lo speaker del nostro Cenacolo è un mio amico di vecchia data. Dopo Carlo Messina, a Milano, ho infatti il grande piacere di scrivere qualche riga su Matteo Del Fante, il “grande capo” di una delle più importanti realtà economiche e sociali d’Italia: il Gruppo Poste Italiane.

Sono diventato amico, prima che collega, di Matteo oltre 25 anni fa, quando a 27 anni, dopo 4 di assistente alla Ricerca di JPMorgan Italia, venne ad occuparsi di Debt Capital Market. Andò subito così bene che a 32 anni divenne Managing Director (il più giovane italiano di sempre della JPM). Bravo, competente e…paziente, ma soprattutto team player, del tipo ascolto tutti e decido io. Assorbiva continuamente conoscenze ed esperienze (dirette o tramite) e come pochi era capace di connessioni di vario genere, anche al di fuori del raggio d’azione professionale assegnato, specie nel suo stretto dialogare con il Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF).

Era così bravo in questo suo ruolo di consulente a tutto tondo, che io avevo intravisto per lui una carriera da “consigliere” dei vari MEF in Europa. Ma Matteo alla fine decise di essere lui stesso parte essenziale delle attività del MEF, accettando di far parte del Team che avrebbe costruito la nuova CDP nel 2003. Gli ho tenuto un po’ il broncio (affettuoso dell’amico), attenuato dal fatto che per qualche anno non era decollato secondo le sue aspettative. La svolta avvenne per merito conquistato…all’estero. Un grande manager-stratega istituzionale, molto influente, chiese la mia opinione sincera su un mio ex collega di cui i francesi di STM gli avevano detto un gran bene. Facilitai così questo inevitabile incontro professionale che lo portò ai vertici di CDP prima e di Terna dopo e ad ammettere io, alla fine, che aveva fatto bene a lasciare JPM per diventare quell’importante manager pubblico utile al Paese, che tutti conosciamo.

Da quasi un anno alle Poste, nel pieno della maturità, sta trasformando letteralmente questo gigante molto diversificato, in un’azienda leader in varie attività con orizzonti molto definiti. Ma di questo ci parlerà lui stesso.

Matteo è un predestinato anche per antica famiglia e cultura, che gli hanno dato solide basi etico-morali su cui costruire quella professionale, e che lo hanno reso attento e sensibile ai bisogni del cuore. Quello che pulsa per la famiglia è molto speciale e ne ha fatto un tratto distintivo del suo essere manager. Stefano                                                                                                                                                   

 

Per gli Annali del Club: il nostro ultimo Cenacolo di marzo ha rappresentato un’opportunità realmente unica (nel vero senso della parola) per entrare in contatto con Leonardo S.p.a., una grande azienda italiana forse più nota che conosciuta, ma soprattutto ha permesso a tutti noi di conoscere ancor più approfonditamente il percorso umano e professionale del suo Amministratore Delegato, Canoviano d'Onore dai tempi in cui governava UniCredit, e conoscere in via esclusiva quello che Alessandro Profumo sta facendo ed ha intenzione di fare della “sua” Azienda industriale.

Tre argomenti che si sono fusi e plasmati in un racconto unico, arricchito da un set di domande e risposte dirette e ampie nei contenuti.

Da un punto di vista puramente stilistico la serata ci ha riservato un magnifico colpo d’occhio, grazie alla presenza di oltre 320 persone (un record per quest’anno); audience peraltro arricchita da molti amici del periodo “bancario” di Alessandro e da molti esponenti del top management di Leonardo, a testimonianza della grande compattezza del gruppo.

Come Club siamo molto orgogliosi di poter confermare che il livello di gradimento di questo evento ha toccato veramente il culmine, grazie al feeling creatosi, senza alcuna forzatura, tra gli astanti ed il nostro grande speaker; il pubblico qualificato (vanto del Canova) presente in sala, ha infatti permesso ad Alessandro di sentirsi confortevole nell’esporre il suo Piano Industriale, generando così grande interesse sui programmi e sull’attività industriale (per una volta non quindi finanziaria), e di conseguenza una partecipazione attiva dei molti Soci ed amici, che mai come in questa occasione, sono stati così prodighi di domande, perché veramente incuriositi, anche degli elementi oggetti della discussione (elicotteri, velivoli, radar, strumenti per la difesa ecc.). Il Dott. Profumo dal suo canto, accortosi evidentemente di questo calore e di questo clima amicale, tra una battuta e l’altra con il nostro Presidente, di cui è vero amico di vecchia data (tanto da replicare a fine cena al Canoviano brindisi di Stefano, con un controbrindisi; mai successo in 40 anni), ha voluto rispondere a tutte (ma proprio tutte) le domande, senza tirarsi indietro, prospettando degli obiettivi per il suo Piano aziendale a medio-lungo periodo, dando piena dimostrazione di come un grande manager con la sua esperienza in aziende private, si sia evoluto in manager pubblico, ancor più grande e consapevole.

Alessandro ci ha infatti chiarito che con le sue prime scelte come Amministratore Delegato non ha cercato la compiacenza del mercato attraverso piani aggressivi o poco lungimiranti. Ha confermato che il suo obiettivo è avviare un percorso virtuoso e sostenibile nel tempo, lavorando insieme alla grande squadra manageriale di Leonardo, già valorizzata attraverso rotazioni e promozioni di "seconde linee", con un occhio attento anche alle donne. Auguriamo a Leonardo e al suo leader i migliori successi. ( Federico Farinelli e Isidoro Lucciola )

 

Per quanto riguarda la Solidarietà, pmettetemi di seguire il latini con l’adagio “gutta cavat lapidem”, ovviamente senza nessuna allusione specifica a chi possa essere “lapidem” tra i lettori e quindi sorbitevi con amicizia ed affetto il mio “mantra”.

Canovalandia Onlus intende aiutare chi vorrebbe aiutare chi ha bisogno, ma ha paura di non sapere che fine faranno i suoi soldi, ponendosi come la “Provvidenza” di chi non ha altre Provvidenze, ovvero aiutare gli ultimi degli ultimi. A me interessa sapere se, chi frequenta il Canova, senta lo stimolo a fare del bene (anche perché fa star bene soprattutto chi lo fa, quindi noi tutti) per un Club più consapevole del suo ruolo nella Comunità. Non pretendo di convincervi con queste quattro righe buttate di getto, ma nel caso vi avessi incoraggiato, al di là delle parole povere, basta versare anche una cifra simbolica che resterà, la cifra, riservata per la privacy, per poter elencare invece un po’ di amici generosi nelle prossime comunicazioni del Club, quali Sostenitori di Canovalandia Onlus.

Per versare: IBAN: IT13B01005033390000 000 133 75 intestato a Canovalandia Onlus. Visitate il sito: (www.canovalandiaonlus.it) Grazie.

Per destinare il 5X1000, giacché ci siete... (e fatecelo sapere se lo avrete fatto) firmate, inserendo nell’apposita scheda di dichiarazione dei redditi il seguente codice fiscale: C.F. 07306251005.

 

Abbraccione di chiusura; doppio per chi la Solidarietà non la sente solo per... se stesso.

 

Stefano

In evidenza
Canova Club Roma

Canova Club Roma

mercoledì 18 aprile 2018

 

Ospite d'Onore:

MATTEO DEL FANTE

Amministratore Delegato di Poste Italiane

Leggi di più
 
Canova Club Roma - martedì 30 gennaio 2018

Canova Club Roma - martedì 30 gennaio 2018

Consegna del XXXI Premio di Letteratura Economica e Finanziaria a:

 

Raffaele Cantone , Presidente dell’ANAC (Autorità nazionale anticorruzione),

e

Francesco Caringella , Magistrato e Direttore scientifico della Rivista Urbanistica e Appalti (Ipsoa)

 

per il loro libro “ La corruzione spuzza

Leggi di più