Evento

Canova Club Roma - Cenacolo di lunedì 28 novembre 2016

Speaker d'Onore: GIAN LUCA GALLETTI, Ministro dell'Ambiente



 
 
 

Grand Hotel Parco dei Principi, Via G. Frescobaldi, 5, Roma

Check in-Aperitivo dalle 18:30 – Inizio serata ore 19:30 con cena a seguire

(Serata in quota per i Soci; € 65 per gli amici; “no cena” solo per i Soci)

Per le prenotazioni al Cenacolo i non-soci vogliano cortesemente utilizzare il formato

standard che troveranno in allegato, inviandolo ad eventi@canova.club. Grazie.

Adesioni entro e non oltre giovedì 24 novembre p.v. Grazie.

 

Cari Amici,

per quasi 40 anni abbiamo costruito (una dozzina) di agorà senza scopo di lucro e senza essere emanazione di Istituzioni Pubbliche gestite dai politici di turno, ma al servizio della Comunità in puro spirito di service (che suona più smart di “volontariato”, anche se di questo si tratta). Siamo un esempio concreto di struttura attiva del III Pilastro della Società, perché siamo bravi, perbene e liberi, in quanto ci paghiamo tutto da soli, senza aspettarci ricavi economici o mediatici, né prebende di alcun genere. Per questo oggi siamo rispettati e stimati; ma, nel futuro, “se vogliamo che tutto rimanga (bello) com’è, bisogna che tutto cambi”. Il plagio del mio conterraneo, Giuseppe Tomasi di Lampedusa nel Gattopardo, ha questa volta una valenza positiva. Dobbiamo diversificare e incrementare le attività, cambiando la struttura di ciò che abbiamo creato per permettere al Team che verrà dopo di me, di gestire il tutto continuando a mantenere i valori di Amicizia, Cultura e Solidarietà al servizio della Comunità, come abbiamo fatto fino ad ora. Ci stiamo lavorando e vi faremo sapere in tempo reale. Per il momento continuiamo con la gestione dei Cenacoli fatta dai Soci, con me accanto. ( Stefano )

Il prossimo appuntamento del 28 novembre ci darà modo di approfondire il ruolo e le competenze del dicastero, Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, guidato dal nostro ospite d’onore il Ministro Gian Luca Galletti ed uno dei più importanti in assoluto per i cittadini, anche se tra i meno conosciuti. Le sue competenze toccano la vita di tutti noi continuamente, anche se non sempre ce ne rendiamo conto. Da qui anche l’utilità divulgativa del nostro prossimo Cenacolo. Il Dicastero è organizzato in Direzioni Generali che si occupano rispettivamente di rifiuti e inquinamento (Gestione integrata del ciclo dei rifiuti, Pianificazione, tracciabilità e vigilanza sulla gestione dei rifiuti, Inquinamento atmosferico, acustico ed elettromagnetico), salvaguardia del territorio e delle acque (Tutela quali-quantitativa delle risorse idriche e distretti idrografici, Bonifiche e risanamento e Difesa del suolo e rischio idrogeologico), protezione della natura e del mare (Biodiversità, aree protette, flora e fauna, Difesa del mare e la Tutela degli ambienti costieri e marini, Supporto alle attività internazionali), Clima e l’Energia (Clima e certificazione ambientale,  Interventi Ambientali, efficienza energetica ed energie alternative), valutazioni e le autorizzazioni ambientali (Sistemi di valutazione ambientale, Rischio rilevante e autorizzazione integrata ambientale, Valutazione e riduzione dei rischi derivanti da prodotti chimici e organismi geneticamente modificati), infine la direzione generale per lo sviluppo sostenibile, per il danno ambientale e per i rapporti con l'Unione europea e gli organismi internazionali (Interventi per lo sviluppo sostenibile, danno ambientale ed aspetti legali e gestionali, Politiche di coesione e strumenti finanziari comunitari e Affari europei). E’ un Ministero che viene ricordato soltanto quando il nostro paese è vittima di eventi naturali che ci mettono in ginocchio, ma che riveste un ruolo cruciale nel mantenimento di questo nostro splendido paese. Nelle prossime comunicazioni conosceremo meglio il nostro ospite e gli argomenti di attualità che verranno trattati al nostro cenacolo. ( Marco Italiano

 

Per gli annali del Club: martedi 25 ottobre u.s. abbiamo avuto come relatore il Ministro dell’Interno, Angelino Alfano. Durante il suo intervento, il Ministro ha commentato la situazione di crisi attuale e le scelte non propriamente collegiali dell’Unione Europea sulla gestione delle migrazioni. E’ partito dalla sua esperienza nel 2013 a Lampedusa, quando ha visto in uno dei 300 sacchi che raccoglievano i cadaveri di un naufragio di migranti il corpo di una bambina ancora abbracciato al corpo della sua mamma. Il Ministro è partito da questo spunto personale per illustrare anche il lavoro titanico che gli italiani stanno facendo per accogliere queste persone e ha commentato brevemente il modo e le difficoltà di riparto degli stessi fra i vari comuni. I valori della solidarietà devono potersi materializzare in fatti, altrimenti rimangono solo parole vuote di significato. Si è intrattenuto anche sui temi di pubblica sicurezza e, come gli è stato ampiamente riconosciuto, l’Italia è uno dei Paesi che non ha subito attacchi terroristici come avvenuto in altri Sati dell’Unione (risultato ancora più significativo se si considera l’anno del Giubileo in corso di chiusura). Ovviamente, quando le cose vanno bene in termini di sicurezza “nessuno ne parla”; mentre quando accade qualcosa di brutto “tutti ne parlano” (e per fortuna siamo nel primo caso). ( Gianluca Oricchio )

 

Per il capitolo dedicato alla Solidarietà: cari Amici, oltre che ricordarVi che lo strumento per la Vostra generosità è: Canovalandia ONLUS – IBAN: IT13B0100503339000000013375 (i versamenti sono tutti fiscalmente deducibili). Grazie. Desideriamo condividere con Voi il recente messaggio inviato da Stefano “c’è una novità importante nelle attività della Solidarietà. Il valore della Solidarietà non sarà più un optional o la cenerentola del Club per chi vorrà far parte di questa entità nuova che renderemo rispettatissima nel suo genere, come lo è stata il Canova, in questi suoi primi quasi 40 anni.Fino ad oggi io ho lasciato che ognuno sentisse a suo modo questo valore, senza darne conto al Club. Nel futuro, quando non sarà più Stefanocentrica ma tre-valori-centrica (Amicizia-Cultura-Solidarietà), non sarà più così. Vogliamo creare una struttura (che chiameremo “Fondazione” per comodità di linguaggio) di cui essere fieri per le sue attività nel perseguire i suoi valori. La Solidarietà avrà la stessa dignità e partecipazione degli altri due valori: Amicizia e Cultura. Una Solidarietà che potrà espletarsi anche fuori da quella della nostra Onlus, ma che dovrà essere espressa, magari anche solo per fare sistema.Essere Socio del Canova Club, parte fondamentale della Fondazione, dovrà essere un segno di distinzione nella comunità in cui viviamo”. (Team Solidarietà).

 

Referendum Costituzionale: cogliamo l’occasione per ricordarvi dell’iniziativa culturale (mai espressione è stata più azzeccata) del 15 novembre p.v., che abbiamo organizzato, assorbendone i costi, per permettere a tutti i nostri Soci e loro amici di capire veramente e di farsi un’opinione indipendente sul tema Referendum Costituzionale. Ne parleremo con Franco Bassanini (per il Sì) ed Enzo Cheli (per il No); moderatore il Socio Fabio Garella. Siamo certi che vista la levatura dei nostri speaker e la competenza ed esperienza e il fatto che si rispettino grandemente l’un l’altro, pur pensandola in modo diverso, sarà anche un utilissimo esercizio di democrazia e tolleranza. Come sicuramente saprete, la gran parte degli eventi sul Referendum viene svolta nelle “parrocchie” di competenza (quelle del sì e quelle del no), raramente ci sono confronti. Se a Milano ed a Roma i rappresentanti del Sì e quelli del No, hanno deciso di venire da noi, in contraddittorio, vuol dire che stimano grandemente la nostra correttezza e la nostra indipendenza. (In coerenza con il motto calabrese: “Si nun ma vanti tu, ma vantu iu”). Grazie.

Location: Grand Hotel Parco dei Principi (Via Frescobaldi, 5). Orario: 18:00 per le 18:30 – Chiusura ore 20:00. Adesioni, entro e non oltre venerdì 11 novembre p.v., inviando una mail a: eventi@canova.club, dove potrete far pervenire anche le vostre eventuali domande da proporre ai relatori. ( Federico Farinelli )

 

Canova Digitale: sempre nell’ottica di fare “vera” cultura, siamo felici di ricordarvi la prima iniziativa del nuovo progetto del vostro Club, del 16 novembre p.v.: Digital Mente, Innovazione e cultura digitale tra sfide cognitive e organizzative. La parola digitale si è affermata con forza nella semantica aziendale creando un nuovo modo di pensare ed interagire, riconsiderare gli spazi ed il tempo lavorativo. Non si tratta solo di tecnologia evoluta (connessa a paradigmi come Internet delle cose, Big Data, Industry 4.0) ma di un cambiamento profondo che coinvolge le popolazioni aziendali e necessita di nuove competenze, professionalità e personalità.  In questo contesto si inserisce il primo incontro del Canova Digitale - Cantiere Cultura - denominato cultura proprio per cercare di cogliere le diverse componenti di un processo che non può che essere affrontato con l’approccio multidisciplinare.

Intervengono: Maria Rita Fortunato (Eustema Spa); Pasquale Natella (GI Group); Antonio Pisani (Fondazione Santa Lucia IRCCS); Luca Stanchieri (Life & Corporate Coaching). Modera: Laura Di Raimondo (Asstel). Location: Sala conferenze di GI Group (Via Nazionale, 39, Roma). Orario: Ore 18:00 (Light dinner a seguire). Adesioni a canovadigitale@canova.club. ( Giovanni Contemi )

 

“Dobbiamo essere il cambiamento che vorremmo vedere nel Mondo (Mahatma Gandhi).

Conseguentemente, chiudo allora, senza aggiungere altro che grazie ed abbraccione,

 

Stefano

 

In evidenza