Evento

 
 

Orario: Ore 18:00 - Light dinner a seguire

Location: Sala conferenze di GI Group (Via Nazionale, 39 Roma)

 

Intervengono: 

Maria Rita Fortunato - Direttore Personale e Organizzazione di Eustema Spa
Pasquale Natella – Amministratore Delegato EXS Italia - Executive Search GI Group
Antonio Pisani – Responsabile Neurofisiopatologia, Policlinico Universitario di Tor Vergata, e dei Laboratori di ricerca in Neuroscienze, Università di Roma Tor Vergata

Luca Stanchieri - Direttore della Scuola Italiana di Life & Corporate Coaching
Modera: Laura Di Raimondo - Direttore di Asstel

 

Cari Amici del Canova Digitale,


la quarta rivoluzione industriale è ormai una realtà e sta coinvolgendo numerosi attori, istituzionali, economici e sociali. Essa trova il suo fondamento nel concetto di Internet of Things, l’internet delle cose (IoT) che si basa sul fatto che le “cose” possano essere tra loro connesse al fine di incrementarne l’efficienza e la produttività.


Questo nuovo approccio coinvolge inevitabilmente i modelli produttivi; la “industry 4.0” si basa sull’idea che l’unione tra le competenze, l’automazione e l’interconnessione tra produzioni possa portare a risultati più efficienti che dovranno necessariamente essere accompagnati da nuovi approcci verso i processi produttivi, la logistica, i modelli di business e le metodologie di lavoro. I riflessi e le ricadute di questo nuovo modello produttivo non si limitano pertanto alla tradizionale fabbrica ma coinvolgono la società nel suo complesso.
Gli effetti di questo nuovo approccio rimangono ancora inesplorati. In questo contesto si inserisce il primo incontro del Canova Digitale - Cantiere Cultura - denominato cultura proprio per cercare di cogliere le diverse componenti di un processo che non può che essere trattato utilizzando un approccio multidisciplinare.


In uno scenario competitivo, globalizzato e velocemente mutevole la complessità è divenuta la norma e la gestione della complessità richiede necessariamente approcci ecosistemici e transdisciplinari. A tal fine l’incontro prevede testimonianze di esperti in settori diversi che si confronteranno su una tematica comune: la quarta rivoluzione industriale, rischi ed opportunità.
I relatori affronteranno temi legati al rapporto tra il nostro cervello e la velocità richiesta per lavorare e vivere in un contesto sempre più connesso e veloce, le ricadute di questo processo sulle relazioni sociali e sui comportamenti individuali, sulle capacità di apprendimento e le abilità richieste per vivere ed operare in un mondo digitale, come i millennials vivono e si relazionano in questo contesto. In particolare, partendo dall’assunto che il mercato del lavoro si sta evolvendo rapidamente ed è molto difficile riuscire a prevedere che tipo di professionalità sarà domandata dalle imprese in un futuro molto prossimo rimanere competitivi in termini di capacità risulta essere complesso.
L’acquisizione di soft skills rappresenta un plus per le persone che, divenendo più flessibile, acquisisce opzioni addizionali per poter accedere a nuove opportunità di business e di carriera. La rapida evoluzione delle imprese ed il cambiamento dei modelli organizzativi impone un ripensamento della gestione delle risorse umane e dei meccanismi premianti secondo un modello orientato al raggiungimento di obiettivi e risultati conseguibili attraverso la condivisione delle informazioni. In questo contesto l’informazione non è più fonte di asimmetrie ma diviene un bene relazionale in grado di creare valore e vantaggi competitivi per l’intera impresa. La condivisione delle informazioni, attuabile attraverso sistemi di social project management diviene pertanto un elemento portante dei nuovi modelli organizzativi in cui la struttura gerarchica che per anni ha caratterizzato le organizzazioni sembra non essere più rispondente.


Obiettivo dell’incontro è quello di esaminare i diversi aspetti del fenomeno in una ottica ecosistemica attraverso l’analisi della gestione dei rischi e delle opportunità che si dischiudono sotto il profilo cognitivo, organizzativo, delle new capabilities richieste e dei nuovi approcci comportamentali sviluppati.
Adesioni a canovadigitale@canova.club


Barbara Martini
Coordinatrice del Cantiere Cultura del Canova Digitale
Cc: Stefano Balsamo, Giovanni Contemi, Sila Mochi


R E L A T O R I

LAURA DI RAIMONDO - Direttore di Asstel (l’associazione di rappresentanza della filiera delle Tlc in Italia) da Novembre 2015. Laureata in Scienze politiche, Di Raimondo, evidenzia Asstel, "vanta un’importante esperienza e specifiche competenze nel campo delle Relazioni industriali". Ha lavorato per diverse aziende del settore ICT e TLC, fra cui Telecom Italia, per poi approdare dal 2010 in Unindustria di Roma, dove ha ricoperto il ruolo di responsabile delle Relazioni industriali seguendo e gestendo tutte le fasi negoziali relative alla contrattazione nazionale e alle vertenze in materia di contrattazione di II livello, ristrutturazione e riorganizzazione delle aziende associate.
MARIA RITA FORTUNATO - Laureata in Psicologia, specializzata in Psicologia del Lavoro e in Psicodiagnostica. Direttore Risorse Umane con più di 20 anni di esperienza aziendale nei principali processi di people management. Esperta di sviluppo organizzativo, talent management e change management. Ha maturato la sua carriera professionale nelle Direzioni del Personale di medie e grandi aziende italiane quali: Agos (Gruppo Montedison), Telecom Italia , Geyser 3, EDA Enterprise Digital Architects, Casagit nel ruolo di General Manager, Ondulit. Oggi Direttore Personale e Organizzazione di Eustema spa con responsabilità delle aree: Organizzazione, Recruiting, Training, Sviluppo, Relazioni Industriali, Amministrazione del Personale, Contenzioso & Normativa del Lavoro. Docente di valutazione e sviluppo presso la Scuola Romana di Psicologia del Lavoro e dell'Organizzazione. Dal 2015 docente presso l’Università Europea di Roma al corso di People Management della facoltà di Psicologia indirizzo Lavoro.

PASQUALE NATELLA – Laureato in Economia, ha conseguito un Master in finanza quantitativa presso l’Università Bocconi, e dopo un’importante parentesi lavorativa, un MBA presso la Luiss Business School di Roma. Il suo percorso professionale inizia nel 2001 all’interno della divisione Investment Banking del Gruppo Unicredit, dove si occupa di strumenti derivati per i clienti corporate. Successivamente entra in Bain & Co. dove approfondisce tematiche di turnaround aziendali e si occupa di due-diligence e pianificazione strategica. Tra le esperienze più significative segue in prima persona fusioni bancarie e operazioni post-fusione in ambito europeo e supporta varie realtà pubbliche nel disegno di operazioni di project financing a rilevanza internazionale. Nel 2008 entra in Key2people executive search dove come Partner segue e sviluppa il settore Energy, Multiutility e Facility. Nell’ottobre 2015 approda in Gi Group per ricoprire il ruolo di CEO di Exs Executive Selection società di ricerca e selezione di top manager. Docente presso il master SAFE sulla sostenibilità ambientale e l’efficienza energetica e dal 2014 Affiliate Professor SDA Bocconi nell’area Organizzazione & Risorse Umane.
ANTONIO PISANI : Laureato in Medicina e Chirurgia, specialista in Neurologia, ha inoltre conseguito il diploma di Dottorato in Neuroscienze, svolge attività clinica come Neurologo presso il Policlinico di Tor Vergata, reparto di Neurofisiopatologia di cui è responsabile, occupando si principalmente di Disordini del Movimento. E’ inoltre responsabile di attività di ricerca presso i laboratori di Neuroscienze della Clinica Neurologica dell'Università degli Studi di Roma Tor Vergata e presso il Laboratorio di Neurofisiologia e Plasticità, Fondazione Santa Lucia IRCCS, lavorando a modelli sperimentali di patologie dei gangli della base, quali malattia di Parkinson, corea di Huntington, distonia. Nei protocolli di ricerca, alle tecniche di elettrofisiologia in vitro vengono affiancate sia tecniche di imaging di ioni che tecniche di biologia molecolare, immunoistochimica e di iniezioni stereotassiche di vettori virali.
LUCA STANCHIERI - Direttore della Scuola Italiana di Life & Corporate Coaching, laureato in Psicologia e in Economia, è il fondatore del Coaching Umanistico. È stato conduttore del reality di grande successo ‘Adolescenti: istruzioni per l’uso’, andato in onda con numerosissime repliche su Sky e su La7. È autore di popolari saggi di Coaching e Self-help. Il suo ultimo libro ‘Non c’è problema, come sfruttare le difficoltà per esprimere il tuo potenziale’ è edito dalla BUR Rizzoli.

In evidenza