Evento

- Cenacolo mercoledì 27 aprile 2016

“Lo stato delle Banche italiane: realtà e apparenza”

Ospiti d’Onore: 

Fabrizio Pagani,  Capo della Segreteria Tecnica del Ministro dell'Economia e delle Finanze 

Salvatore Rossi,  Vice Governatore della Banca d’Italia

Giovanni Sabatini,  Direttore Generale dell'ABI



 
 
 

“Lo stato delle Banche italiane: realtà e apparenza”

Ospiti d’Onore: 

Fabrizio Pagani,  Capo della Segreteria Tecnica del Ministro dell'Economia e delle Finanze 

Salvatore Rossi,  Vice Governatore della Banca d’Italia

Giovanni Sabatini,  Direttore Generale dell'ABI

 

Cari Amici,

 

dopo il prossimo Cenacolo, non ci sarà mai più nessun Voltaire che potrà scrivere ciò che scrisse il filosofo francese 250 anni fa. Avendo fatto della divulgazione uno dei suoi scopi principali, il vostro Club è lieto di offrirvi testimonianza di ciò, invitandovi ad ascoltare ciò che ci diranno le 3 Istituzioni che più di chiunque conoscono l’oggetto della nostra attenzione: le Banche. Banche che in questi ultimi tempi sono al centro del palcoscenico mediatico, quasi quotidianamente, anche perché il focus più delicato di questo tema sono i nostri soldi nelle o dalle banche. Ovvero un tema che tocca tutti, ma proprio tutti.

 

Recentemente ci sono stati una serie di terremoti a catena, che hanno lasciato vari sciami sismici, tuttora in essere: Bad Bank; Good Bank; Bail in; Bail out; Non Performing Loan; Subordinated bond; Merger di Banche Popolari; ridefinizione di Banche Cooperative… che tradotti, come impone la nostra missione di divulgatori, significano: banche disastrate, se non fallite; banche ripulite, ma come?; rischio di rimetterci i nostri depositi; mercato dei prestiti in difficoltà; obbligazioni ad alto rischio in mano a chi non conosce il vero significato delle parole; fusione di più banche (popolari); mettere insieme banche deboli per farne una forte, tagliando posti di lavoro? Riconsiderazione, con in testa aggregazioni, del ruolo delle banche cooperative.

 

Di tutto questo e delle banche in genere, essendo il motore dell’economia, anche quella domestico-familiare, parleremo sia a Milano (giovedì 21 aprile p.v.) che a Roma (mercoledì 27 aprile p.v.) con i protagonisti principali di questo cambiamento epocale: il Ministero dell'Economia e delle Finanze (MEF), la Banca d'Italia e l'Associazione Bancaria Italiana (ABI) e vari protagonisti dei capitoli sopramenzionati. ( Stefano )

 

 

Per gli Annali del Club dobbiamo registrare una prima volta. Non era mai successo in 38 anni di non mandare in scena un Cenacolo. Invero in qualche rarissima occasione ci è capitato di dover cambiare tema o protagonista all’ultimo momento. E mai siamo stati fermati dal voler vivere la nostra vita, vincendo la paura del terrorismo; l’ultima volta subito dopo le stragi di Parigi, quando decidemmo di andare avanti per il Cenacolo di Zingaretti, a due passi dal Vaticano.

Questa volta non potevamo perché era proprio il nostro speaker ad essere in primissima linea chiamato a fare il suo dovere di gestire la nostra sicurezza. Lasciamo quindi alla memoria il nostro comunicato e ringraziamo di cuore i tanti che hanno voluto confortare la nostra scelta.

 

QUOTE

Cari amici,

Vi comunichiamo qualcosa che certamente vi aspettate: dobbiamo cancellare il Cenacolo di questa sera con il Ministro dell’Interno, Angelino Alfano.

Dobbiamo farlo perché il Ministro, massima Autorità deputata alla nostra sicurezza, ci ha comunicato personalmente il suo rammarico per non poter essere presente, a causa dello stravolgimento di tutti i suoi impegni, come conseguenza dei drammatici fatti di Bruxelles.

Pensiamo di interpretare il pensiero di tutti voi, nella decisione di cancellare (con il Club che si farà carico di assorbire le conseguenze economiche) e non tentare di sostituire lo speaker, anche e soprattutto per onorare le vittime ed il lavoro di tutti gli organi di Polizia che, come ha spiegato il Ministro, si stanno riunendo in seduta permanente per assicurare al meglio la nostra incolumità.

Non potrebbe esserci almeno oggi un'atmosfera da Cenacolo Canova.

Vi chiediamo cortesemente di aiutarci a farlo sapere agli amici da voi invitati e quindi non presenti nella nostra mailing list. Grazie anche di questo.

Con la speranza che condividiate le nostre decisioni, vi salutiamo affettuosamente.

Stefano (a nome di tutta l’Unità di Crisi costituita dal Vostro Club)

UNQUOTE

 

Per il recupero della quota dei Soci, sarà nostra cura informarvi al momento opportuno. (Stefano)

In evidenza