L’innovazione aziendale: dalla linearità dei modelli organizzativi tradizionali alla dirompenza delle Organizzazioni Esponenziali

 
 

Giovedì 16 luglio 2015

SPIN Spazio_Innovazione, Via Cerva, 25 (MM1 San Babila)– Milano

Ore 7:30 (cappuccino e cornetto) – inizio ore 8:00 – ccc* - fine ore 9:30 – tal**

 

 

"L’innovazione aziendale: dalla linearità dei modelli organizzativi tradizionali alla dirompenza delle Organizzazioni Esponenziali"

 

Oscar di Montigny Chief Marketing, Communication, Innovation Officer, Banca Mediolanum

 

Ernesto Ciorra Head of Innovation and Sustainability, Enel

 

Alessio Romeo CEO e Founder, Face4Job.com

 

Moderatore:

 

Ivan Ortenzi CEO, Ars et Inventio e Partner, Business Integration Partners

 

 

Cari Amici del B&F,

 

come avrete notato, le recenti attività del Club si sono concentrate su una serie di interventi rivolti alla diffusione della cultura economica e finanziaria a sostegno delle PMI nazionali, in particolare con i recenti approfondimenti sulla proposta di Mario Salvestroni per "riaccendere" il credito bancario e, a Roma, sulle innovative modalità di finanziamento come il crowdfunding, il personal landing e il marketplace per crediti commerciali, in programmazione anche a Milano nei prossimi mesi.

 

Con l’intervento del prossimo 16 luglio desideriamo condividere un tema che ha catalizzato l’attenzione del nostro Club, l’innovazione aziendale, affrontandone nello specifico la componente legata alle Organizzazioni Esponenziali1, che verranno analizzate grazie all’intervento di due protagonisti del mondo aziendale:

 

- dal punto di vista delle organizzazioni finanziarie, con l’intervento di Oscar di Montigny, Chief Marketing, Communication, Innovation Officer di Banca Mediolanum, una banca di primaria importanza che ha fatto dell’innovazione uno tra i principali asset di sviluppo. Oscar di Montigny, esperto di Innovative Marketing, Comunicazione Relazionale e Corporate Education, stimolerà profonde riflessioni sul contributo che le persone possono portare alle organizzazioni innovative.

 

- dal punto di vista dell’industria, con l’intervento di Ernesto Ciorra, Head of Innovation and Sustainability di Enel, un’organizzazione fortemente impegnata nello sviluppo di un modello sostenibile di produzione e distribuzione dell’energia. L’esperienza di Ernesto Ciorra, che nel corso della sua carriera ha supportato aziende leader, in Italia ed all‘estero, nell’ideazione e lancio di innovazioni che si sono affermate a livello mondiale, ci guiderà alla scoperta del contributo che le tecnologie portano nell’abilitare innovazioni dirompenti.

 

- d’altro canto, dal punto di vista diretto delle aziende esponenziali, con la testimonianza di Alessio Romeo, CEO e Founder di Face4job (http://it.face4job.com/) una delle start up italiane oramai diventate non solo azienda, ma realtà di stravolgimento di modelli di business tradizionali (in questo caso nel campo della selezione del personale, tema che abbiamo trattato più volte con incontri B&F dedicati agli headhunters e che riprenderemo a breve con un incontro specifico sugli effetti del Jobs Act) che, sin dalla sua nascita, è stata caratterizzata da una visione di mercato globale e da un approccio tecnologico esponenziale.

 

- dal punto di vista della situazione di mercato, Ivan Ortenzi, CEO di Ars et Inventio e Partner di Business Integration Partners ci indirizzerà sui temi dell’incontro con una panoramica introduttiva sui modelli di maggior successo.

 

La storia recente di più di una corporation rinomata nel mondo appare segnata da un destino apparentemente incomprensibile, eppure riconducibile ad un comportamento comune e ricorrente. Sull’onda di un successo consolidato, queste corporation sembrano non rendersi conto del fatto che all’orizzonte si stanno addensando nubi minacciose per il loro successo e per il loro stesso futuro. Alcune di queste, come Kodak o Nokia, sono balzate agli onori della cronaca per la risonanza che il loro "fallimento" ha avuto, e per certi versi ha tuttora, nel mondo dei mercati e della finanza internazionali. Eppure, nonostante questi eclatanti esempi, aziende farmaceutiche, aerospaziali, automobilistiche "insistono" routinariamente ad investire su operazioni ed iniziative il cui ritorno potrebbe essere molto diverso dalle aspettative, proprio in virtù del processo tecnologico e di stravolgimento di modelli di business classici e, per molti versi, ormai superabili.

 

Risorse economiche e patrimonio umano restano bloccati in programmi di lungo periodo, rendendo di fatto le aziende incapaci di perseguire altri tipi di iniziative potenzialmente profittevoli e favorevoli al progresso del genere umano e alla qualità della vita dei cittadini, risolvendo esigenze sempre più sofisticate da parte del pubblico. Questo però non è certo accettabile, stanti le sfide che il XXI ci pone davanti, in termini di sostenibilità e di crescita complessiva. Ci deve essere un modo migliore per organizzarci. Sappiamo come mettere la tecnologia al servizio delle organizzazioni e rendere questa scalabile in funzione delle esigenze operative. Bene, è arrivato il momento di mettere a frutto queste competenze (e opportunità) e la soluzione risiede nel concetto di Organizzazione Esponenziale. Piuttosto che utilizzare organizzazioni molto articolate o estesi impianti di produzione, le organizzazioni esponenziali sono basate sulle tecnologie dell’informazione, grazie alle quali, ciò che un tempo era di natura fisica, si dematerializza in tecnologia digitale on-demand.

 

Sessant’anni di storia documentata, dimostrano come l’intuizione di Moore, quindi che il rapporto prestazioni/prezzo della tecnologia computazionale raddoppi ogni 18 mesi, sia sostanzialmente corretta. Questo ritmo straordinariamente costante, e apparentemente insostenibile, ha portato Ray Kurtzweil, che ne ha studiato queste dinamiche per oltre trent’anni, a sostenere che quanto affermato dalla legge di Moore per i circuiti integrati si applica a qualsiasi tecnologia, grazie appunto alle informazioni, e che, una volta che il fenomeno del raddoppio di prestazione si instaura, non è più arrestabile.

 

Oggi, le tecnologie esponenziali hanno finalmente dotato l’umanità della leva che Archimede andava cercando 2000 anni fa e le organizzazioni esponenziali, l'ultima incarnazione dell’accelerazione della cultura umana e organizzativa, stanno rivedendo le regole del fare impresa ad un ritmo tale che rapidamente il vecchio mondo delle "organizzazioni lineari" sarà solo un ricordo.

 

Anche la scelta della location contribuisce a sottolineare il concetto di Organizzazioni Esponenziali. Situato nel cuore di Milano, SPIN, SPazio_INnovazione, è il primo exponential co-thinking della città. Uno spazio che trae ispirazione dalle Organizzazioni Esponenziali e da un approccio collettivo alla creatività, rappresentando una nuova generazione di ufficio e spazio-eventi, con al centro il benessere delle persone. Uno spazio in cui poter lavorare, imparare, condividere, innovare usando la logica della ragione e le intuizioni delle emozioni, che abbiamo scelto per questo importante incontro del B&F.

 

Come sempre, buona parte dei 90 minuti canonici sarà lasciata al dibattito e alle domande specifiche dei partecipati, che si preannunciano numerose visto lo standing degli speakers e del tema affrontato. L’incontro è gratuito per i Soci Canova Club Milano e pari a € 20 per gli altri amici che parteciperanno, pagabili in contanti o con carta di credito al desk di accoglienza.

 

Per favore, chi intende partecipare comunichi quindi la sua presenza e quella dei suoi ospiti esclusivamente via mail a segreteria@befmilano.it. È implicito che la prenotazione è impegnativa e accettabile fino a esaurimento posti, dando la dovuta precedenza ai Soci del Canova Club Milano e Roma.

 

 

N.B.: per la prima volta nella storia del B&F, dal 1999, considerando che il nostro format è caratterizzato da una tempistica snella e veloce, che è la chiave del suo successo ma che, fino ad oggi, non permetteva approfondimenti per eventuali interessati, avvieremo in questo caso il progetto pilota di una sessione ristretta di approfondimento del tema affrontato. Coloro che sono interessati possono prenotare la loro presenza alla sessione di approfondimento, prevista dalle 10 alle 11,30, facendone specifica richiesta nella mail di prenotazione. Spero che gradirete anche questa innovazione come strumento aggiuntivo per promuovere e accrescere la cultura economica e finanziaria dei nostri partecipanti.

 

Grazie e cari saluti a tutti,

 

Vincenzo Marzetti

 

Coordinatore

 

Cc: Stefano Balsamo; Lorenzo Alfieri, Giorgio Orlandini, Pasquale Pinto, Loreta Papaleo, Chiara di Ciero

 

Per maggiori informazioni: www.canova.club

  

1Un’Organizzazione Esponenziale (ExO) è un’organizzazione la cui capacità di impatto sul mercato è sproporzionatamente significativa, almeno 10 volte maggiore rispetto alla media del mercato nel quale opera, grazie all’utilizzo di nuove modalità organizzative e allo sfruttamento di tecnologie in grado di accelerarne i processi e la crescita. Esempi ben noti sono Uber nel campo del trasporto e Airbnb nel settore Hospitality, ma anche il crowdfunding e il personal landing che abbiamo già approfondito nei precedenti incontri del Breakfast&Finance.

 

In evidenza