Chi Siamo
 
 

Artisti

 

Questo spazio è dedicato agli Artisti che si sono esibiti gratuitamente negli anni a favore del Sistema Canova Club e che a questo sono rimasti legati.

I nostri Artisti non solo hanno reso le nostre riunioni speciali e uniche, emozionando il pubblico e creando ricordi indelebili per i Soci e loro amici, ma ci hanno permesso di raccogliere fondi per Canovalandia Onlus, la Solidarietà del Club a favore delle categorie bisognose, a dimostrazione della loro grande umanità come give-back alla comunità dei loro grandi successi.

Per dimostrare la nostra gratitudine, in questa pagina saranno inserite tutte le informazioni sugli spettacoli e gli eventi che li vedono protagonisti: potrete in questo modo seguire il percorso professionale e artistico di chi è stato generoso con il vostro Club.

Questo è un primo elenco che aggiorneremo periodicamente, che parte dai tempi più recenti per ritrovare poi anche gli artisti del passato, che invitiamo a trasmetterci notizie e informazioni sui loro programmi futuri.

 

Primo dei nostri artisti per molti meriti acquisiti nel tempo e quindi Socio Onorario e amico di sempre:

 
Pino Insegno
 
 

PINO INSEGNO

Artista poliedrico di grande successo: attore di formazione teatrale, affermato comico, conduttore televisivo di primari programmi, doppiatore di star del cinema internazionale, imprenditore della comunicazione e dello spettacolo.

Vicino al Canova in molti momenti importanti. ha lasciato un segno negli eventi più significativi per la vita del Club.
Lo abbiamo applaudito a febbraio nella sua ultima rappresentazione al Teatro La Cometa di Roma, interprete in coppia con la Alessia Navarro di “Imparare ad amarsi”. Aspettiamo notizie per seguirlo nei suoi prossimi spettacoli.

 
Enzo Samaritani
 
 

TEATRO ARCILIUTO DI ENZO SAMARITANI

Poeta e moderno cantastorie di origine napoletana e creatore del Teatro Arciliuto nel 1967, si è più volte esibito per il Canova , così come il figlio Giovanni che con lui porta avanti la tradizione del Teatro.
L’Arciliuto è un luogo di cultura storico che da più di cinquant’anni offre al suo pubblico concerti, poesia, prosa, presentazioni editoriali, mostre, spettacoli English theatre e ancora di più. E’ una location particolare ed affascinante adatta anche per eventi privati.
E’ situato nel centro di Roma nella piazzetta di Montevecchio, piazzetta incastonata tra Via dei Coronari, il Chiostro del Bramante, Via della Pace, nell’antico e nobile Palazzo Chiovenda.
In questo periodo, con pubblico contingentato, nella stessa sera si possono trovare in programmazione anche il doppio spettacolo; uno dalle 19,30 e un altro alle 21,30
La sera si può venire anche solo per un aperitivo o per una cena leggera e poi vedere lo spettacolo.
Scoprite il programma della stagione cliccando su questo link
E’ consigliabile la prenotazione: info@arciliuto.it - tel. 06 6879419 - mobile 333 8568464 sito web: www.arciliuto.it
Facebook: “TeatroArciliuto” TEATRO ARCILIUTO
Piazza Montevecchio, 5 - 00186 Roma

 
Alfio Bonanno
 
 

ALFIO BONANNO
Alfio è un tenore, cantautore, musicista e compositore italo-australiano. E’ nato a Sidney da genitori italiani, Padre siciliano e Madre calabrese.Cresciuto in una famiglia di musicisti, ha iniziato a cantare in tenera età, suona il pianoforte, la chitarra, e la fisarmonica. Alfio ha frequentato la Patrician Brothers High School di Sydney dove ha ricevuto l’High Distinction in Music, si è laureato in Arte presso l’Università di Western Sydney. Canta in diverse lingue: inglese, italiano, spagnolo, arabo e cinese. Come tenore crooner altamente carismatico offre una rilettura moderna dei cantanti ai quali viene spesso paragonato. Elvis Presley, Frank Sinatra, Tom Jones, Billy Joel.. Nel 1998 Alfio ha registrato e prodotto il primo album “ALFIO”seguito nel 2002 da “Cuore e Sentimento”.
Nel 2006 firma il contratto con la Warner Music Australia e registra l’album “Tranquillità”. Nel decimo anniversario dell’11 settembre, Alfio ha pubblicato “The Power of One: 9/11 Unity and hope” tributo musicale che ha composto e prodotto in onore e ricordo delle vittime dell’attentato alle Torri Gemelle. E’ ospite da diversi anni al National Italian American Foundation di Washington DC. Alfio si è esibito per diversi anni per eventi di beneficenza, come Special Olympics, Starlight Children’s Foundation, Royal Alexandra Hospital for Children e Variety children charity. Nel 2002, ha composto una canzone per gli atleti con handicap mentale per lo Special Olympics Gala a Sydney. E’ stato ospite nel 2019 e 2020 a Domenica In di Mara Venier ottenendo grandi consensi anche in Italia.
E’ un amico nonché socio onorario del Canova Club, le sue esibizioni in alcuni eventi canoviani hanno avuto un gran successo sia per le doti canore sia per il suo spirito di solidarietà.

 
Elena Bonelli
 
 

ELENA BONELLI
Una voce potente, una presenza scenica importante e l’amore per la riscoperta della tradizione musicale. Elena Bonelli è una delle più importanti interpreti della canzone, in modo particolare della canzone romana, di cui è unica e incontrastata erede in Italia e nel mondo, insignita di un titolo tanto importante come quello de La Voce di Roma, Elena Bonelli è l’autrice dell’unico ed importante progetto di riqualificazione e diffusione della canzone romana dal titolo “Roma in the world”.
Il teatro è la sua casa naturale, sin da giovanissima Elena frequenta il Laboratorio Teatrale di Gigi Proietti, poi l’Accademia Sharoff e i corsi di Susan Strasberg presso l’Actors Studio di New York. La passione per il teatro-canzone la vede protagonista, tra gli altri, di spettacoli di forte intensità dedicati a grandi icone femminili, ultimo dei quali “Magnani Ferri-Vite da Romanzo” che torna in scena per la quinta volta.
Elena Bonelli ha sempre scritto i suoi spettacoli: anche insieme ad autori e registi. La grande passione per la storia della canzone popolare fa di lei una delle maggiori esperte della canzone romana e napoletana. Su questo argomento tiene delle lectio magistralis in molti atenei italiani e stranieri. Il progetto/concorso dal lei ideato “Dallo Stornello al Rap”, ha lanciato giovani cantantautori aprendo loro la strada per Sanremo. Sull’argomento è anche autrice di un libro che sta riscuotendo un notevole successo. Nel 2002 con il suo progetto di rilancio dell’ Inno di Mameli ha fatto cantare di nuovo agli italiani le note del Mameli ed è stata per questo insignita della Targa d’Argento dei Presidenti della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi e Giorgio Napolitano.

 
Pietro Iodice
 
 

PIETRO IODICE
Nasce a Napoli, studia clarinetto ma nell’età dell’adolescenza la batteria lo conquista ed il suo talento gli consente di diventare uno dei più grandi batteristi di jazz noto a livello internazionale. Pietro Iodice si esibisce così nei più prestigiosi festival jazz suonando in Cina, Argentina, Russia , Israele, Stati Uniti ed in buona parte dell’Europa, con musicisti italiani ed internazionali. Fonda la sua jazz orchestra chiamata Roma Jazz Ensamble (RJE), orchestra che diventerà la Parco della Musica Jazz Orchestra (PMJO), orchestra stabile del prestigioso Auditorium di Roma. Incide 3 dischi a suo nome e 112 dischi con formazioni di cui è batterista. Suona anche per Gianni Ferrio, Fiorello, De Sica e registra per Mina.
Insegna in conservatorio, cattedra batteria jazz, ed ha all’attivo pubblicazioni e metodi ‘Minus One’ a suo nome per lo studio specialistico dello strumento.
Ha partecipato ai due concerti a favore di Canovalandia Onlus del 2019 e del 2020 in Auditorium.

 
Jacopo Sipari di Pescasseroli
 
 

JACOPO SIPARI DI PESCASSEROLI
Direttore principale ospite della Fondazione Festival Pucciniano, Fondatore del Festival dell’Opera Italiana “OperaViva” in Azerbaijan, del Festival Internazionale di Mezza Estate - Tagliacozzo Festival, di Sacrum Festival. Studia Pianoforte, Composizione Sperimentale e Canto Lirico presso il Conservatorio “A. Casella” di L’Aquila e Direzione d’Orchestra al Conservatorio “Tartini” di Trieste. E’ allievo di M. Angius e J. Latham-Koenig. E’ invitato a dirigere prestigiose orchestre italiane e internazionali tra cui Orchestra Sinfonica Siciliana, Orchestra Regionale della Toscana, Orchestra Sinfonica Abruzzese, Orchestra Filarmonica Pucciniana, Orchestra del Teatro Verdi di Salerno, I Solisti del San Carlo, Israel Symphony Orchestra, Quatar Philharmonic Orchestra, Orchestra di Stato del Messico, Orchestre dell’Opera di Stato di Serbia, Lettonia, Romania, Bulgaria, Azerbaijan, Ucraina, Georgia e Albania, Orchestra Nazionale Radio e TV di Kiev e Belgrado collaborando con alcuni tra i più grandi solisti al mondo come A. Gheorghiu, A. Pirozzi, R. Scandiuzzi, I. Grubert, S. Milenkovic e M. Campanella. E’ inoltre Avvocato del Foro di Roma e il più giovane avvocato del Tribunale Apostolico della Rota Romana in Vaticano. Ha diretto in Auditorium Parco della Musica i due Concerti del 2019 e 2020 a favore di Canovalandia Onlus.

 
Cinzia Tedesco
 
Cinzia Tedesco
 
 

CINZIA TEDESCO
Jazz vocalist i cui ultimi due dischi ‘Verdi’s Mood’ e ‘Mister Puccini In Jazz’ sono prodotti e distribuiti nel mondo dalla Sony Classica & Jazz. ‘In questa particolare sfida la Tedesco è stata superlativa’; ‘i brani sono uno più bello dell’altro’ e ‘quando entra in gioco la Tedesco nulla è impossibile’.
Laureata con Lode in Informatica, Ambasciatrice del Centro Pace di Assisi, Socia Onoraria del Canova, Cinzia calca i teatri con Maddalena Crippa e Piera degli Esposti; canta per il Presidente Clinton; collabora con artisti internazionali e canta accompagnata da orchestre jazz e orchestre sinfoniche prestigiose.
Numerose interviste in TV e Radio nazionali e recensioni dei suoi dischi e concerti sulle maggiori testate musicali specializzate e quotidiani nazionali. Artista eclettica, creativa ed originale, la Tedesco coniuga l’essere mamma con il lavoro e l’impegno sociale e solidale, incarnando così i valori fondanti del Canova Club.
L’abbiamo applaudita in Auditorium Parco della Musica nella Sala Sinopoli, dove ha cantato per oltre 900 persone, sia a Febbraio 2019 interpretando con la Sinfonica Abruzzese “Verdi’s Mood”, la sua trasposizzione delle aree del famoso Maestro e poi replicando il successo con “Mr. Puccini” a Febbraio 2020 con la Puccini Festival Orchestra, dirette dal maestro Jacopo Sipari di Pescasseroli, per sostenere Canovalandia Onlus.

 
Claudia Toti Lombardozzi
 
 

CLAUDIA TOTI LOMBARDOZZI
Artista lirica e pronipote dell’eroe della Prima Guerra Mondiale Enrico Toti, si esibisce in qualità di soprano in Italia e all’estero, calcando prestigiosi palcoscenici come il “Teatro dell’Opera” di Roma e il “Teatro Massimo” di Palermo.È presidente e fondatrice dell’Associazione Enrico Toti e Direttore Artistico della Rassegna di Musica Classica, Opera lirica e Teatro, “Musica su Roma”, patrocinata dallo Stato Maggiore della Difesa e dall’Istituto Treccani.Nel 2016 ha istituito il “Premio Enrico Toti” che conferisce ogni anno a personalità eccellenti dello Spettacolo, dello Sport, della Scienza e dell’Arte Militare che con i loro meriti hanno reso lustro all’Italia nel Mondo.Impegnata a valorizzare il patrimonio storico, artistico e culturale italiano a fianco delle maggiori istituzioni del Paese, da sempre è attenta alle giovani promesse della musica e del belcanto; si dedica per questo anche alla formazione di giovani cantanti lirici che coinvolge nelle sue numerose produzioni.spirito di solidarietà. Condividiamo la registrazione (https://youtu.be/VrG9CAqtTAE) del concerto del M° Roberto Cappello "Il Pianoforte Sinfonico nel 250° anniversario di Beethoven" dello scorso 25 Ottobre presso il "Teatro dei Ginnasi".

 
Edoardo Vianello
 
 

EDOARDO VIANELLO
Star internazionale indiscussa, come cantautore e attore, registra un record assoluto con oltre 60 milioni di dischi venduti e fra i tantissimi successi ottiene anche la certificazione dal Guinness dei primati con la canzone I Watussi
Con la sua apprezzatissima ed applauditissima esibizione ha lasciato un segno indimenticabile alla serata di apertura del quarantennale del Canova Club al Maxxi. In quella occasione ha raccontato un’inedita condivisione con le origini del Canova Club: “Il bar Canova, soprattutto all’inizio della mia carriera, è stato un punto di riferimento e di incontro per noi cantanti esordienti, che facevamo la posta ai programmatori Rai, aspettando, anche per ore, che uscissero dagli uffici di via del Babuino, per perorare e promuovere i nostri dischi.
Poi per me è rimasto per eccellenza un luogo di incontro preferito. Cantare per il Canova Club, che ebbe inizio proprio in quel locale, è stato un piacere e mi auguro che si presentino altre occasioni per rifarlo in futuro”.